Esical T.U. 200

MASSETTI

T.U. 200 è un predosato per la realizzazione di sottofondi specifici per riscaldamento a pavimento con caratteristiche di elevata conducibilità termica, composto da inerti calcarei in curva granulometrica controllata, cemento, particolari additivi di nuova generazione, che lo rendono particolarmente lavorabile, e fibre metalliche amorfe inossidabili.
Sottofondo pratico, ad elevata conducibilità termica specifico per riscaldamento a pavimento

CAMPO D'IMPIEGO

  • Massetti per riscaldamenti a pavimento.
  • Massetti a basso spessore.

VANTAGGI

  • Velocità di applicazione
  • Pratico: sacco da Kg.25.

ATTENZIONE

  • In presenza di riscaldamento a pavimento
  • Per tutti i tipi di pavimentazione
  • Spessore minimo applicabile sopra gli elementi riscaldanti/raffrescanti (UNI EN 1264-4): 30 mm
  • Per utilizzo come sottofondo monostrato a pavimentazioni che temono l’umidità i tempi di asciugatura sono limitati ma comunque dipendenti dalle temperature e ventilazione.
  • Prima dell’applicazione verificare con igrometro a carburo la percentuale in peso d’umidità che non sia superiore al 2%.
  • Il massetto T.U. 200 risulta particolarmente compatto pertanto per la messa in opera delle pavimentazioni si consiglia l’utilizzo di collanti della linea Esikoll.
  • Si consiglia di avviare l’impianto di riscaldamento non prima di 20 giorni dalla messa in opera del massetto.
  • Richiedere comunque informazioni al fornitore dell’impianto in merito ai tempi di accensione.
  • Per utilizzo come sottofondo monostrato a pavimentazioni che non temono l’umidità si consiglia di applicare la pavimentazione dopo circa 48 ore.

DATI TECNICI

Densità in opera1950 kg/m³
Granulometria massima del prodotto4 mm
Resistenza meccanica a compressione≥ 40,0 N/mm²
Resistenza alla flessione≥ 8 N/mm
Resistenza allo strappo≥ 1 N/mm²
Temperatura d’applicazioneda + 5° a +30°
Tempo d’applicazione30 minuti
Reazione al fuoco (EN ISO 1182-1716)A1fl
Spessore minimo applicabile sopra gli elementi riscaldanti/raffrescanti (UNI EN 1264-4)30 mm
Conducibilità termica1,78 W/mK
Valore medio resistenza alle sollecitazioni parallele al piano di posa (UNI EN 10827)≥ 1,6 N/mm²
Pedonabilità≥ 24 ore e/o in ragione delle condizioni ambientali
Acqua d’impastocirca 2 lt./sacco
Confezionesacco carta kg. 25 - 64 sacchi/banc
Consumo teoricoca.78 sacchi per impasto pari a 1 m³
Conservazione in luogo asciutto e protettoMassimo 12 settimane
Conformità alla norma UNI-EN 13813C40 - F8 - certificato numero 52740/18

PREPARAZIONE DEI SUPPORTI

I supporti devono essere solidi e privi di: polvere, lattime di boiacca, parti incoerenti, macchie di oli, grassi, vernici, calce, gesso, ruggine ecc. L’impianto di riscaldamento a pavimento spento e freddo.

PREPARAZIONE DEL PRODOTTO

Per la preparazione degli impasti può essere utilizzata una normale betoniera ad asse inclinato o mescolatore planetario. Inumidire internamente la betoniera facendo attenzione a non lasciare dell’acqua depositata al suo interno. Inserire nella betoniera il sottofondo T.U. 200 non superando il 50% della capacità dell’impianto e facendo attenzione a svuotare completamente l’imballo. Aggiungere circa 2 litri di acqua per ogni sacco inserito. E’ consigliabile inserire 2 sacchi alla volta di seguito aggiungere la relativa acqua e così via. Mescolare per circa 5 minuti fino ad ottenere un impasto particolarmente omogeneo a consistenza “terra umida”. Nel caso rimanga all’interno della betoniera del materiale per più di 30 minuti verificare la lavorabilità dell’impasto e comunque non aggiungere mai dell’acqua.

POSA IN OPERA

Il sottofondo T.U.200 va posto in opera come un normale calcestruzzo. Realizzare opportune fasce o semplici punti di livello. Stendere l’impasto e costipare bene il prodotto. Si raccomanda di prestare particolare cura nella fase di costipazione poichè da essa dipende in parte la capacità del massetto di conducibilità termica. Infine frattazzare l’impasto.

NOTE PRATICHE

Evitare di esporre a forte ventilazione l’impasto sia durante la messa in opera che nelle successive 2 ore. Successivamente una buona ventilazione facilita l’asciugatura del prodotto. Nel caso sia possibile, nel periodo estivo chiudere gli infissi nelle ore diurne e aprirle nelle ore notturne, viceversa nel periodo invernale. Si consiglia di avviare l’impianto di riscaldamento non prima di 20 giorni dalla messa in opera del massetto. Richiedere comunque informazioni al fornitore dell’impianto in merito ai tempi di accensione.

AVVERTENZE

Il materiale deve essere applicato sopra al fungo (minimo 2,5 cm e in ragione della deformabilità del pannello isolante). I pannelli isolanti devono essere collocati su sottomassetti planarmente piani; eventuali disparità potranno causare deformazioni e ripercuotersi sul massetto sovrastante generando indesiderate anomalie. Tagli e partiture tecniche: da eseguirsi su massetto ancora fresco e subito dopo la posa dello stesso. Giunti in corrispondenza di tutte la aperture di collegamento ambientale (porte).Partiture: da eseguirsi in ambienti articolati o superficialmente estesi definendo aree quadrangolari con con superficie massima 25m².

PRODOTTI